Crea sito
 

Le osterie della Milano di una volta

Posted by lalternativo on ago 26, 2013 in cronache cittadine, cultura, curiosità, viaggi |

Il programma “100 Milano”, predisposto qualche anno fa dal comune meneghino, propone interessanti itinerari alla scoperta del capoluogo lombardo. Ciascuno dei percorsi si concentra su un tema differente, cercando così di incontrare i diversi gusti dei viaggiatori. I turisti che visitano Milano potranno quindi scegliere di intraprendere tragitti dedicati alle architetture liberty, o alle leggende, o alle cascine, oppure ai sotterranei della città.

E’ questa un’idea molto utile per chiunque abbia intenzione di prenotare un hotel a Milano e trascorrere qualche giorno nella metropoli lombarda. Permette, infatti, di conoscere ogni volta un lato diverso della città, esplorando aspetti e luoghi il più delle volte ignorati dai visitatori. Fra le numerose opzioni disponibili, particolarmente interessante e piacevole è l’itinerario delle osterie milanesi.

Concentrandosi sul centro, che è la zona prediletta solitamente da chi soggiorna a Milano, si può iniziare dalla Taverna Moriggi, ubicata al piano terra dello storico palazzo Morigi, a circa 800 metri dal Duomo. Il palazzo, un edificio del 1600, ha subito, nel tempo, molteplici rimaneggiamenti che hanno prodotto un intreccio di diversi stili e ha visto l’apertura del locale sin dall’inizio del secolo scorso. Alla fine degli anni ’50, la taverna è stata acquisita dalla famiglia Lìopi, che l’ha gestita fino ai giorni nostri, conservando l’impostazione e gli arredi originari: pareti rosse, volte di colore nero, il soffitto a cassettoni, realizzato in legno così come le panche e il banco, un grande lampadario di ferro e archi gotici. Ad essere cambiato rispetto al passato è, invece, il menù: se, infatti, un tempo si accompagnavano gli affettati con il vino sfuso e, in seguito, vennero introdotti piatti freddi e alcune pietanze calde, la seconda parte degli anni ’80 vide la trasformazione del locale in un ristorante vero e proprio. Il menù ha comunque mantenuto lo stile tipico delle osterie e il vino continua a essere servito sfuso.

La seconda osteria che vale la pena visitare durante una vacanza milanese è l’Osteria Canta Milano, che si trova in via Corsico, a 2,5 km circa dal Duomo. Via Corsico è una laterale del Naviglio Grande, che fu costruito a metà del XII secolo per irrigare con l’acqua del fiume Ticino i campi coltivati nei dintorni e fu reso navigabile nella seconda metà del Trecento, favorendo il commercio di merci e materiali di ogni genere. Una serata all’Osteria Canta Milano è, quindi, l’occasione per esplorare una delle zone cittadine più affascinanti, decaduta temporaneamente dopo la chiusura della navigazione commerciale e rivalorizzata negli ultimi anni, con feste, mostre e altri eventi. Il massimo piacere lo si sperimenta, comunque, fra le mura dell’osteria, dove si ascoltano canzoni dialettali e si assaporano i piatti della tradizione milanese, come il vitel tonné, il lesso sfilacciato con cipolle e altre specialità della casa.

[post scritto da Nicoletta]

Be Sociable, Share!

1 Comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Copyright © 2007-2014 Il salotto dell'Alternativo All rights reserved.
Desk Mess Mirrored v1.6.1 theme from BuyNowShop.com.